Perché la pioggia fa davvero peggiorare le tue allergie, secondo i medici

SvetlanaGetty Images

L'arrivo della primavera significa temperature più calde, erba verde e fiori in fiore, un gradito cambiamento dopo un lungo inverno. Ma se soffri di allergie, potresti essere meno entusiasta poiché i cambiamenti stagionali possono portare a prurito, lacrimazione agli occhi , starnuti e tirando su col naso.

Pensi che le piogge di aprile aiuteranno a lavare via tutto quel polline? Non così in fretta. Secondo i medici, la pioggia può effettivamente provocare allergie peggio . Avanti, gli allergologi spiegano perché il cambiamento del tempo può stimolare sintomi fastidiosi , oltre a come trovare sollievo.



In che modo la pioggia peggiora le allergie?

Inizialmente, una doccia primaverile può sembrare una buona cosa: il polline che è nell'aria può aderire alle gocce di pioggia e letteralmente essere lavato dall'aria, dice Stanley Schwartz, MD, Ph.D. , capo divisione di Allergologia-Immunologia-Reumatologia presso l'Università di Buffalo a New York.



Ma la pioggia può anche rompere i pezzi di polline sul terreno, diffondendoli ulteriormente. I grani di polline possono rompersi e si ottengono questi frammenti che rimangono nell'aria per un po' di tempo, spiega Catherine Monteleone, MD , un allergologo-immunologo e professore alla Rutgers Robert Wood Johnson Medical School. Questi possono entrare in profondità nel naso e nei polmoni e causare sintomi di allergia .

La pioggia può anche indirettamente peggiorare la conta dei pollini nutrendo le piante che rilasciano polline nell'aria, afferma il dott. Schwartz. La pioggia e il clima caldo stimolano tutte le piante da fiore, portando a una fioritura più rigogliosa crescita delle piante , lui dice. Se hai una buona stagione calda e umida, il numero di pollini può finire per essere molto alto.



Il polline di erba e piante infestanti può essere particolarmente stimolante per chi soffre di allergie, afferma Purvi Parikh, MD , un allergologo e immunologo con il Rete per allergie e asma . Per alcune persone, può essere pericoloso e scatenare gravi problemi respiratori e attacchi d'asma, osserva.

In rare situazioni, i temporali possono scatenare attacchi d'asma a causa di un fenomeno noto come asma temporalesca , ovvero quando una combinazione di flusso d'aria, umidità e elettricità suscitare polline nell'aria, provocando sintomi in alcune persone.



Per quanto tempo i sintomi dell'allergia si sentiranno peggio dopo un temporale?

Probabilmente sperimenterai un aumento dei sintomi fino a 12 ore dopo la fine della pioggia, a seconda delle condizioni del vento, afferma il dott. Monteleone. La tempesta può anche innescare una reazione che durerà giorni o addirittura settimane se non adeguatamente trattata, aggiunge il dott. Parikh.

Cosa puoi fare per alleviare i sintomi dell'allergia?

Avrai voglia di fare gli stessi passi che faresti nei giorni di alta polline. Ecco come tenere a bada i sintomi dell'allergia:

  • Tieni le finestre chiuse . Farlo aiuterà tieni fuori il polline della tua casa, dove può aggravare i tuoi sintomi, dice il dottor Monteleone.
  • Accendi l'aria condizionata . Questo dovrebbe aiutare a filtrare il polline che potrebbe rimanere nell'aria e tieniti fresco senza bisogno di aprire le finestre.
  • Resta in casa quando piove. Stare fuori dalla tempesta è particolarmente importante durante le forti piogge, afferma il dottor Monteleone, poiché i frammenti di polline vengono immediatamente rilasciati nell'aria.
  • Prendi le tue medicine per l'allergia. Che si tratti di un farmaco ad azione prolungata o di uno pensato per un sollievo a breve termine, assicurati di assumere i farmaci per l'allergia come prescritto, afferma il dott. Parikh.
  • Indossa una mascherina quando esci . Risulta, ilMaschera visoche hai indossato per ridurre la diffusione di COVID-19 può anche aiutarti a proteggerti dalle particelle di polline nell'aria, afferma il dott. Monteleone.
  • Mettiti un paio di occhiali da sole . Indossare occhiali da sole può aiutare a tenere il polline lontano dal viso e dagli occhi, osserva il dott. Monteleone.

    Se trovi che il tuo sintomi di allergia non stanno migliorando, potrebbe essere il momento di parlare con il medico. Potrebbero consigliarti di provare un nuovo farmaco o anche prendere in considerazione i colpi di allergia, che utilizzano una piccola quantità di polline o un altro allergene per aumentare la tua tolleranza ad esso.

    Sono molto efficaci, dice il dottor Schwartz. In altre parole, potrebbero semplicemente permetterti di uscire e goderti il ​​clima primaverile: pioggia o sole!


    Vai qui per iscriverti a Prevention Premium (il nostro miglior piano per tutti gli accessi), abbonati alla rivista o ottieni l'accesso solo digitale.