Assunzione di antibiotici per un'infezione delle vie urinarie? Ecco cosa dovresti sapere, secondo gli esperti

Scopri Il Tuo Numero Di Angelo

pillole ripetute sullo sfondo blu Yulia ReznikovGetty Images

Non c'è niente di divertente nell'ottenere un infezione del tratto urinario (UTI) . lo fa brucia quando fai la pipì , ti senti come se dovessi correre sempre dal bagno, e quando lo fai, il tuo l'urina ha un odore strano . Le infezioni delle vie urinarie sono decisamente dolorose e frustranti, e per questo puoi ringraziare i batteri che scatenano il caos nel sistema di drenaggio del tuo corpo.



Per fortuna, i medici lo sanno antibiotici sono alcuni dei migliori trattamenti per eliminare quei germi minacciosi e in fretta! Ma capire la ricetta giusta per sconfiggere la tua specifica infezione può essere un po' un processo. E sapere come prendere correttamente le medicine potrebbe salvarti da future infezioni e altre complicazioni.



Per aiutarti a capire cosa devi sapere su antibiotici e infezioni delle vie urinarie, abbiamo sfruttato i professionisti: esperti di Salute MCG , un'azienda che compila linee guida basate sull'evidenza in modo che pazienti e medici possano lavorare insieme per creare piani di assistenza personalizzati.



Quindi, prima di andare al prossimo appuntamento dal medico, continua a leggere: saprai esattamente cosa chiedere e cosa aspettarti, così puoi dire addio a quella fastidiosa UTI.

Quali sono le cause più comuni di IVU?

La maggior parte delle volte quando vai al numero 1, ciò che esce elimina alcuni dei microbi fastidiosi che si aggirano intorno alla tua regione inferiore.



Di solito l'urina è sterile, quindi non contiene batteri, spiega Sabitha Rajan, M.D., MSc , Associate Managing Editor presso MCG. Una delle cose che ci mantiene sterili è il suo flusso continuo. L'urina esce dalla vescica, scende ed esce dall'uretra [il tubo di svuotamento], e quel flusso impedisce ai batteri dall'esterno di ascendere.

Una corretta igiene aiuta a tenere a bada i batteri (ecco perché quando eri un bambino, i tuoi genitori potrebbero averti detto di pulire dalla parte anteriore a quella posteriore), ma anche il più pulito tra noi può avere un'infezione delle vie urinarie. Tieni d'occhio questi sintomi comuni:



  • Una sensazione di bruciore quando si fa pipì
  • Un frequente bisogno di urinare (anche quando esce poco o niente)
  • Urina sanguinolenta o torbida
  • Crampi alla vescica o dolore pelvico
  • E nei casi peggiori: febbre, vomito e nausea

    Le donne tendono ad essere più suscettibili alle infezioni delle vie urinarie, in parte a causa del modo in cui sono costruiti i loro corpi, afferma Cheyenne Santiago, R.N., M.S.N. , caporedattore presso MCG. Gli uomini hanno un'uretra più lunga che attraversa il pene e si allontana dall'ano, quindi c'è meno possibilità che i batteri delle feci e di altre fonti si dirigano verso dove possono causare problemi.

    Le donne, d'altra parte, hanno un'uretra molto corta, dice Santiago. Quindi [le donne] possono ottenere batteri forzati nella vescica.

    Il sesso può anche aumentare il rischio di infezioni delle vie urinarie nelle donne e quindi Santiago e il dottor Rajan consigliano di andare in bagno dopo il rapporto.

    Qualunque sia la causa della tua UTI , dovresti sempre programmare una visita con il tuo medico di base in modo che possa fornirti il ​​trattamento adeguato.

    Cosa posso aspettarmi quando vado dal medico per un'infezione delle vie urinarie?

    Una volta arrivato all'ufficio del medico, ti chiederanno dei tuoi sintomi e ti faranno fare pipì in una tazza. Questo è chiamato un'analisi delle urine (analisi delle urine).

    Lo guarderanno al microscopio e lo immergeranno anche, dice il dottor Rajan. L'asta di livello dirà al medico molto rapidamente se ci sono globuli bianchi, che è un segno di infezione, o globuli rossi, che potrebbero essere un segno di un trauma microscopico.

    Quindi invieranno parte della tua pipì a un laboratorio dove possono testare per vedere quali batteri stanno causando l'infezione. I risultati di solito ti vengono restituiti entro uno o due giorni. Tuttavia, a seconda di quanto fortemente il medico ritiene di avere un'infezione delle vie urinarie, potrebbe prescriverti subito degli antibiotici. Quando arriverà il test, ricontrolleranno per vedere se hanno selezionato i farmaci più efficaci per combattere i batteri e apportare le modifiche necessarie.

    In che modo il medico decide quali antibiotici prescrivere per la mia UTI?

    Ci sono tre fattori che il medico considera quando decide su un antibiotico, secondo il dottor Rajan.

    In primo luogo, devono assicurarsi che il farmaco selezionato si rivolgerà all'area interessata. Per un UTI, la vescica è l'organo che ha bisogno del TLC. In secondo luogo, i tuoi documenti controlleranno quello che chiamano il modello di resistenza locale nella tua città.

    C'è sempre un po' di variazione nei tipi di batteri in una regione, spiega Santiago. Quei batteri diventano più resistenti a determinati farmaci e quei modelli sono diversi da zona a zona. Quindi, potresti sapere che nell'area locale, molte donne stanno arrivando con un'infezione del tratto urinario e forse un certo farmaco non funziona davvero per loro, e hanno davvero bisogno di un altro invece a causa del ceppo che noi' ri vedere.

    Il tuo team di assistenza prenderà in considerazione anche la tua storia medica, ad esempio se sei allergico alla penicillina o se sei predisposto a determinate infezioni batteriche. Se il costo è un problema, il tuo medico potrebbe anche essere in grado di trovare un trattamento adatto al tuo budget o supportato dalla tua assicurazione, afferma Santiago.

    Gli antibiotici più comunemente usati per le infezioni delle vie urinarie includono:

    • Trimetoprim/sulfametossazolo (Bactrim, Septra)
    • Fosfomicina (Monurol)
    • Nitrofurantoina (Macrodantin, Macrobid)
    • Cefalexina (Keflex)
    • ceftriaxone

      Assicurati di chiedere al tuo medico quale ti ha prescritto, in modo da sapere cosa stai prendendo.

      Perché devo finire tutti gli antibiotici anche se mi sento meglio?

      Dopo alcuni giorni di assunzione degli antibiotici giusti, ti sentirai abbastanza bene. Andare in bagno sarà un gioco da ragazzi. L'infiammazione diminuirà. Ma questo potrebbe semplicemente significare che hai solo indebolito i batteri, non che li hai completamente eliminati, dice Santiago. È in questa fase che il i batteri possono tornare con una vendetta e potenzialmente diventare resistenti alle medicine che erano il tuo salvatore. Quindi sì, finisci il corso prescritto anche quando ti senti meglio.

      Gli antibiotici interferiranno con il mio controllo delle nascite?

      C'è stato un tempo in cui i medici raccomandavano spesso che le donne sottoposte a controllo delle nascite avessero un metodo di barriera di riserva, come un preservativo, ogni volta che dovevano assumere antibiotici. Ma Santiago dice che la scienza su questo non è molto chiara. Ricerca recente ha scoperto una correlazione tra l'uso di antibiotici e gravidanze indesiderate mentre altri studi non ho trovato quella connessione.

      Quindi, questo è davvero qualcosa che le donne devono discutere con i loro medici sulla possibilità o meno di ridurre l'efficacia del loro controllo delle nascite e se hanno bisogno o meno di aggiungere quel contraccettivo di barriera, suggerisce Santiago.

      In che modo gli antibiotici influenzano la mia salute intestinale?

      Ecco la cosa sugli antibiotici: uccidono i batteri buoni insieme a quelli cattivi. Ciò significa che mentre le medicine si dirigono verso la vescica, possono danneggiare parte del microbioma, che è importante per la digestione, regolando il tuo sistema immunitario e altre funzioni che i ricercatori stanno iniziando a decomprimere.

      Per questo motivo, i medici a volte raccomandano pazienti con IVU ricorrenti prendi i probiotici insieme ai loro antibiotici. La teoria è che questo seminerà nuovamente l'intestino o almeno impedirà alla medicina di uccidere troppe cose buone, dice Santiago. Tuttavia, secondo il Dr. Rajan, non ci sono abbastanza ricerche scientifiche per dire se questo approccio è efficace.

      Quando hai finito l'antibiotico, puoi provare ad aumentare l'assunzione di cibi fermentati e yogurt , dice il dottor Rajan. Ci sono alcune prove che quegli alimenti possono fornire quei batteri buoni. Ma lo dico con l'avvertenza che stiamo ancora imparando di più su questo.

      Gli antibiotici hanno effetti collaterali negativi?

      Sebbene molte persone non abbiano gravi reazioni negative agli antibiotici, questi farmaci hanno potenziali effetti collaterali . Se hai ...

        ... mentre stai assumendo i farmaci, consulta il medico il prima possibile. Se hai una grave reazione allergica, vai direttamente al pronto soccorso.

        Esistono alternative naturali per il trattamento delle IVU?

        Non sono noti trattamenti alternativi efficaci, ma le pillole di succo di mirtillo rosso e di estratto di succo di mirtillo rosso possono essere in grado di aiutare a prevenire le infezioni in primo luogo. Il mirtillo rosso ha un composto naturale che può aiutare a prevenire che alcuni batteri si attacchino all'uretra, afferma il dott. Rajan.

        Ma è un effetto molto piccolo, se c'è, aggiunge. Bere abbastanza liquidi può essere sufficiente per mantenere tutto in movimento e ridurre al minimo i batteri nocivi. Ma se ti piace bere succo di mirtillo e non ti fa venire il mal di pancia, non c'è niente di male nel provarlo prevenire IVU: da non trattare. Se stai assumendo fluidificanti del sangue, tuttavia, esperti dire , stai lontano.

        In conclusione: cerca immediatamente un trattamento per un'infezione delle vie urinarie.

        Gli antibiotici possono essere davvero potenti quando si tratta di curare le infezioni del tratto urinario, specialmente quando vengono diagnosticate precocemente. Le infezioni delle vie urinarie non trattate possono portare a infezioni renali e altre gravi complicazioni . Quindi, quando senti di averne uno, vai dal tuo medico di base il prima possibile e parla di quale trattamento sarebbe meglio per te.


        Il supporto di lettori come te ci aiuta a fare del nostro meglio. andare qui abbonarsi a Prevenzione e ricevi 12 regali GRATIS. E iscriviti alla nostra newsletter GRATUITA qui per consigli quotidiani su salute, alimentazione e fitness.